TRACCIABILITÀ DELLE SPESE DETRAIBILI

Ieri (2 ottobre 2020) l’Agenzia delle Entrate, rispondendo a un interpello, ha fornito un’interessante precisazione riguardo l’obbligo di tracciabilità delle spese detraibili, entrato in vigore il primo gennaio 2020.

Ricordiamo che per poter beneficiare della detrazione IRPEF del 19% prevista per le spese indicate all’art. 15 del T.U.I.R. (ad esempio, le spese relative a visite mediche in strutture e professionisti non convenzionati, quelle riguardanti lo sport e la mensa scolastica dei figli, l’affitto per gli studenti universitari fuori sede, l’abbonamento al trasporto pubblico, le spese funebri, …) è necessario che il pagamento delle stesse avvenga con strumenti tracciabili (bonifico, bancomat, carta di credito, …).

L’Agenzia delle Entrate ha chiarito che l’utilizzo della carta di credito intestata al coniuge, se appoggiata ad un conto cointestato a marito e mogl